Inserisci parola

Inizia la campagna di cattura del tonno rosso

Inizia la campagna di cattura del tonno rosso

Inizia la campagna di cattura del tonno rosso

 

 

 

La famiglia riprende il mare. Si parte per la campagna di cattura del tonno rosso, dopo la consueta, emozionante, benedizione delle barche, delle reti e degli equipaggi, nel porto di Ognina, impartita da padre Angelo.
«Questo è l’”anno dopo”, l’anno della speranza per chi va in mare e come noi trasforma i frutti della sua fatica e per i nostri partner commerciali – sottolinea Tuccio Testa ceo di Testa Conserve – dal 26 maggio al 1° luglio andremo in cerca del tonno rosso, sapendo che la nostra attività non è indipendente da come va il mondo. Consapevoli che le Olimpiadi in Giappone, senza pubblico, e le relative fluttuazioni dello yen, condizioneranno il mercato, dimezzando il prezzo del tonno rosso.
«Getteremo le nostre reti di circuizione nel Canale di Sicilia, in base alle regole ferree dell’ICCAT e sotto il controllo diretto degli osservatori. Poi, gli esemplari di tonno rosso, superiori ai trenta chili, verranno con la massima attenzione, trasferiti nelle vasche di crescita, per raggiungere la pienezza delle carni, alimentati solo con pesce azzurro, la loro preda naturale.
«Siamo gli unici – continua Tuccio Testa – a utilizzare tonni rossi di queste caratteristiche per farne conserve. La famiglia va in mare con le sue due barche, Atlante e Futura prima, insieme ad altre quattro dell’Associazione siciliana pesca a circuizione, di cui è stata fondatrice: Angelo Catania, Lucia Madre, Maria Antonietta e Altomare primo». Si riparte, attentissimi alla sicurezza e alla sostenibilità, con il cuore e con la mente come hanno sempre fatto le otto generazioni di Testa, pescatori in Sicilia dal 1800. Nuovo anno e presto, nuovi prodotti. La foto di gruppo Testa è di Georges Desrues.

Famiglia Testa pescatori
in Sicilia dal 1800