Enter your keyword

A festa d’a bammina

A festa d’a bammina

A festa d’a bammina

«Con vera Fede, evviva la bella Madre di Ognina» sarà il saluto, ripetuto più volte, che accompagna la lunga festa che Ognina dedica alla Madonna (Maria bambina) patrona del borgo marinaro.
«È un appuntamento che ci unisce tutti – dice Tuccio Testa – e che richiede molti sforzi per essere organizzato. Un momento di raccoglimento e di festa. La Famiglia Testa fa parte del Comitato dei festeggiamenti ed è, naturalmente, promotrice della sagra del pesce azzurro. Mio padre, Pippo, è anche timoniere della vara, durante la processione per le vie della borgata, come lo è stato mio nonno.
«Anche se manca qualche giorno, siamo già nella festa. Se ci penso, penso soprattutto all’ultimo atto, quando, a notte fonda, la madonna rientra in chiesa e restano solo quelli del Comitato e pochi altri.
«Allora, mentre si canta in coro l’Ave Maria, hai netta la sensazione che un anno è scivolato via e che un altro inizia con il suo carico di speranze».

Il programma della festa
Sabato 1 settembre, ore 20.30: accensione musicale dell’artistica illuminazione; ore 21: cinquantunesima sagra del pesce azzurro.
Domenica 2 settembre, ore 20.30: cinquantunesima sagra del pesce azzurro.
Martedì 4 settembre, ore 20.30: serata culturale dedicata alla Borgata di Ognina.
Mercoledì 5 settembre, ore 20.30, Diamoci una taggata, spettacolo di cabaret della compagnia Il gatto blu.
Giovedì 6 settembre, ore 20.30: Antonella Ruggiero in concerto.
Sabato 8 settembre, ore 18: processione della Madonna a mare; ore 22.30, spettacolo piro-musicale a mare della ditta Ziopiro di Vaccalluzzo.

Famiglia Testa pescatori
in Sicilia dal 1800

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *